24/08/11

Arma di distruzione di massa

Provare a "chiudere il sipario" era semplice illusione. Ricordo ancora un'affermazione lasciata in un commento da me, tanto tempo fa, da un'amica blogger che, più o meno, diceva "... il bello del blog è che anche se non ci sei, non significa che non esisti...". Infatti, avere momentaneamente trascurato il blog non significa che l'estate che volge al termine sia stata un momento di particolare divertimento e rilassamento, tra viaggi in luoghi più o meno esotici e riposo benefico. Tutt'altro: ho continuato a seguire le notizie, sempre più tragiche, su questa "crisi" fino a ieri smentita da un Governo di incapaci e cialtroni, guidato dal più incapace e cialtrone degli italiani. Si incapace, nonostante abbia millantato credito, presso gli italioti, per decenni. Oggi, gli eventi che viviamo dimostrano, ancor di più, che la "fortuna" imprenditoriale del Cainano non è dovuta a personali capacità manageriali ma ad intrecci politico-affaristici che hanno reso "facile" l'espansione della sua azienda ed il conseguente potere economico. L'Azienda Italia, invece, insieme al suo "Governo del fare", in poco meno di due decenni l'ha portata inesorabilmente allo sfascio.

Ho seguito con apprensione l'evolversi di quei provvedimenti che un mese fa avevo definito di macelleria sociale ma che oggi, con certezza, posso riconoscere come "arma di distruzione di massa". Quella massa che, inspiegabilmente, non manifesta alcuna reazione. Unitamente alle misure di carattere economico, già di per se devastanti per coloro che detengono redditi medio bassi ovvero la stragrande maggioranza degli italiani, nelle pieghe nascoste del provvedimento in fase di approvazione ci sono articoletti e commi con i quali si intende smantellare il già dissestato Statuto dei lavoratori, al solo scopo di avere mano libera sul mondo dei lavoratori e formare i nuovi "schiavi" di questo millennio. Nonostante questo, ci sono ancora "sindacalisti" che calano le braghe al cospetto del "padrone"!

Chi rappresentano, in verità, gli incapaci ed ai cialtroni che governano il Paese, dovrebbe essere chiaro oramai a tutti: l'alta finanza, quella che specula senza regola alcuna, non per produrre "benessere" diffuso ma ricchezza per pochi; i farabutti ed i delinquenti, quella gran fetta del Paese che evade l'erario con piccoli o grandi stratagemmi e che, in molti casi, usa e abusa collocare i propri "risparmi" nei paradisi fiscali. Unitamente a coloro che esercitano il business criminale, hanno reso questo Paese il peggiore d'Europa; le varie "caste" costituite e consolidate nel Paese, dedite alla salvaguardia dei privilegi e delle prerogative economiche proprie della casta. Una lista esageratamente lunga che vede, tuttavia, parlamentari e clero in prima fila seguiti, a ruota, dalla dirigenza pubblica di questo Paese e senza dimenticare partiti, editori... e tanta altra gentaglia che "mangia" sulle spalle dei pochi!

Eppure, gli incapaci ed i cialtroni che governano il Paese non rappresentano la maggioranza degli italiani, quelli che lavorano onestamente; che pagano le tasse; che rispettano la legge. Nonostante questo, la sensazione provata in questi giorni è che nessuno si stia preoccupando. Spero di essere smentito ed a breve. Già agli inizi di settembre sono annunciate manifestazioni di protesta. Mi auguro di essere smentito perché, altrimenti, sarà "distruzione di massa" e, a quel punto, sarà più che giustificato il mio "si salvi chi può" ed il resto.... si fotta!

03/08/11

TALEE

Chiudo momentaneamente il sipario sul palcoscenico di questo penoso Paese. Un Paese dove un ministro mi fa recapitare una lettera di accertamento fiscale perché... la commercialista dice che ha sbagliato ed ha inserito l'importo netto invece che lordo! Per fortuna, dice lei, pochi spiccioli di differenza ma verrò sanzionato perché non ho pagato tutta l'Irpef dovuta...! Sempre per fortuna, dice lei, sono "creditore" già da parecchio tempo con quel ministero e, quindi, chiederò di "compensare"...!

Quello che è "buffo" non è il mio errore ma che quello stesso ministro sia stato beccato con il classico "sorcio in bocca"! E' nel bel mezzo di una bufera giudiziaria di nomine truccate con favori di qualunque tipo e di una vicenda riguardante una casa in cui viveva non si sa bene a che titolo, non si sa bene se “ospite”, non si sa bene se in parte affittuario (e il resto?), non si sa bene se affittuario totale con pagamento in banconote sonanti (il più diffuso dei sistemi, per evadere)!

E' lo stesso ministro che ha ideato una manovra economica per "risanare il Paese" nel più classico degli stili: macelleria sociale! Nonostante tutto questo, lui se la gode alla grande, io lotto per salvare il salvabile ed il Paese.... dorme! Si, decisamente chiudo momentaneamente il sipario!

E' agosto ed è tempo di "talee", quelle a cui ho vagamente accennato in passato, raccontando alcune esperienze del giardinaggio da me praticato. La talea è un rametto che viene tolto da una pianta e viene messo nel terreno. Da quel rametto, germoglierà una nuova piantina. E' un sistema per propagare le piante ed è parecchio articolato nella tecnica, nei tempi di esecuzione e nelle caratteristiche di impianto.

Senza farla troppo difficile voglio raccontare della "mia tecnica", usata per propagare prevalentemente ortensie ma anche margherite, callistemon, salvia, rosmarino, lavanda, rosa e camelia. Ho ottenuto notevoli successi con ortensie, rosmarino, callistemon e lavanda. Qualche difficoltà l'incontro con la salvia, le rose e le margherite! La mia disperazione è la camelia che da tre anni consecutivi mi regala solo sconfitte. Ogni suggerimento al riguardo, è ben gradito!

L'attrezzatura di cui è necessario disporre è limitata: un paio di forbici o un coltello parecchio affilati; del terriccio; della torba; della sabbia di fiume e tanti vasetti di diametro 8-10 cm.. Bisogna procurarsi, inoltre, un prodotto a base di ormoni radicanti, acquistabile in un vivaio ben fornito. E' una polverina bianca che "stimola" l'emissione delle radici. Volendo esagerare, si può prendere anche un prodotto fungicida, in polvere, per evitare il marciume della base della talea. Io, non l'ho mai usato. Infine servono delle buste grandi trasparenti, come quelle di marca Cuki, degli elastici e degli stecchi per spiedini.

Le foto che mostro dovrebbero aiutare a capire più delle mie spiegazioni. Aggiungerò che bisogna preparare una miscela a base di buon terriccio per piante, torba e sabbia. E' necessario ottenere un composto "leggero" e drenante, quindi, più o meno le proporzioni saranno 40% terriccio, 30% torba e 30% sabbia, miscelati tra loro.

Il rametto raccolto dalla "pianta madre" va tagliato appena al di sotto di un "nodo" che è, in pratica, il punto in cui spunta un nuovo germoglio. Ogni rametto, inoltre, deve avere almeno due nodi che è possibile interrare. Alla base dello stesso va fatta un'incisione, verticale e di pochi millimetri. Prima di essere interrato, il gambo della talea va passato nella polverina a base di ormoni! Una volta interrato, invece, la talea va annaffiata e, poi, "imbustata". Gli stecchi saranno utili per mantenere la busta verticale. L'elastico, invece, manterrà la busta aderente al vasetto. Perché quella busta? Mantiene un microclima perfetto per la radicazione del rametto e non c'è dispersione di umidità.

Le talee vanno tenute in un luogo luminoso ma non esposte al sole. Io le mantengo in quella condizione quasi tutto l'inverno! Ci sono varie scuole di pensiero... c'è chi toglie la busta dopo un paio di settimane, chi dopo un mese! Sperimentare è d'obbligo!

Buone talee a tutti!

Cliccando sulle foto si possono ingrandire!!!

talea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terriccio

talea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terricciotalea, ortensia, polvere radicante, forbici, rosmarino, salvia, callistemon, rosa, camelia, elastico, busta, torba, terriccio