19/12/13

Buone feste

Prima di introdurvi in quella che è, probabilmente, la mia ultima riflessione per quest'anno, voglio esprimere a tutti voi che mi avete seguito fino ad oggi l'augurio che possiate passare serene feste. Il post che segue non è a tema natalizio e neanche festaiolo. Però, concedetemelo, qualcosa del Natale ci sta.


14/12/13

Il senso del ridicolo

... e molto altro!
Sono giorni che osservo questa pseudo-rivoluzione in giro per il Paese. Ogni volta che mi soffermo su qualche particolare della stessa, mi assale la sensazione di assistere ad una farsa, ad un'autentica rappresentazione del ridicolo. Premetto, a scanso di equivoci: tutto ciò che sta accadendo è la conseguenza dell'irresponsabilità, dell'inettitudine e dell'arroganza dei nostri politici. Inoltre, non ho alcuna intenzione di criminalizzare questa o quella parte che sta manifestando. Stabilito ciò, però, meglio capirci anche sul resto! Il ridicolo, appunto.





06/12/13

La ripresa è vicina

Pochi giorni fa, alla fine di una giornata di lavoro più lunga del solito, lo scooter usato quotidianamente per compiere il tragitto casa-ufficio-casa, poco più di 60 Km. in totale, mi ha abbandonato. Batteria morta. Per due giorni sono stato costretto ad usare il così detto "trasporto pubblico" ovvero quegli automezzi messi a disposizione della collettività per le necessità di spostamento e che, a fronte di un un costo per nulla economico, offrono una qualità del servizio che va dall'appena accettabile al decisamente scadente. Ma di questo parlerò un'altra volta. Lo scooter guasto è stata l'occasione per confermare a me stesso, semmai ce ne fosse ancora bisogno, che l'avversione che nutro verso il nostro "Palle d'Acciaio" non è affatto infondata.



29/11/13

Benvenuti

Fu nel precedente post che affermai che per questo blog sarebbe iniziata una "nuova fase" della sua vita. Non avrei immaginato, però, che tale inizio avrebbe coinciso anche con il trasferimento dello stesso su un'altra piattaforma web! Spostamento volontario per giunta perché un altro "trasferimento", quello invece imposto, si è rivelato un disastro e non solo per questo blog.



16/10/13

Memoria e dignità

Albano Laziale (RM)
Medaglia d’argento al valore della Resistenza
Ai Castelli Romani [...] la resistenza antifascista fu forte in molti comuni [...] In particolare il fascismo assunse toni violenti a Genzano e ad Albano Laziale, dove erano forti il Partito Comunista Italiano ed il Partito Socialista Italiano [...]
Medaglia d'argento al merito civile
[...] centro strategicamente importante, situato nelle vicinanze di Roma, fu sottoposto a violentissimi e devastanti bombardamenti e ad efferate azioni di guerra [...] La popolazione offrì un'ammirevole prova di generoso spirito di solidarietà, prodigandosi nel recupero dei morti e nel soccorso dei feriti. Splendido esempio dei più elevati sentimenti di solidarietà umana e di elette virtù civiche. 1944 - Albano Laziale (RM)
(informazioni tratte da Wikipedia)


09/10/13

Lo sapevi?

Lo sapevi che quest'anno, dall'8 luglio e fino all'8 ottobre, si è svolta una "Consultazione Pubblica per le Riforme Costituzionali"? Eri a conoscenza dell'esistenza di una pagina web dedicata alla consultazione, dove potevi rispondere ad un questionario "semplice" e ad uno "di approfondimento", al fine di esprimere la tua opinione sulle riforme costituzionali che si apprestano a discutere in Parlamento? Sapevi che in quella pagina web era possibile, ancora, partecipare ad una discussione pubblica, un forum per intenderci, sempre sui temi delle riforme? Eri informato che la consultazione era aperta a tutti i cittadini italiani?
Io no.


29/09/13

il Matteo pensiero

Il precedente post terminava con un "nonostante tutto", dopo aver ricordato che Matteo Renzi sembra avere parecchio successo alle manifestazioni cui partecipa. Almeno a dar retta ai media. Sempre a proposito del precedente post, non sono intervenuto per replicare a qualche commento perché, già dal momento in cui l'avevo pubblicato, avevo deciso che il mio pensiero su Renzi l'avrei espresso in un apposto post. Francamente, mi stupiscono coloro che esprimono giudizi positivi ed entusiasti sullo stesso e per alcuni semplici - credevo anche ovvi - motivi.


23/09/13

Nonostante tutto

Dal 29 agosto all'8 settembre nel Comune in cui vivo c'è stata la Festa de l'Unità Giovani Democratici di Albano Laziale. Una tra le tante del Partito Democratico che, in quel periodo, erano in corso nel Paese e verso la quale, in verità, non nutrivo particolare interesse. La mia avversione per le scelte e le decisioni politiche del PD è nota. Tuttavia, agli inizi di settembre la manifestazione ha ospitato il giovane Pippo Civati, avversario di Matteo Renzi nella corsa alla segreteria del PD ma, soprattutto per me, uno tra i pochi all'interno del PD che ammiro. Quella sera, sapendo della sua presenza, sono andato ad ascoltarlo e, come mi aspettavo, non ha deluso.


08/09/13

L'estate sta finendo

Faccio fatica a tornare al tran tran quotidiano ed il blog non aggiornato per lungo tempo, nonostante quello che sta accadendo, è un sintomo di questo malessere. Eppure ce ne sarebbero di fatti da commentare e sui quali discutere! Sono tentato di fare la più perfida delle domande: vuoi leggere prima le notizie buone o prima quelle cattive? Mi faccio guidare dall'umore e vediamo che ne viene fuori. Come cantavano i Righeira "l'estate sta finendo" e, a proposito di estate, nei brevi momenti di ferie che mi sono concesso non sono riuscito ad "isolarmi" completamente come, invece, accadeva in passato quando mi rifiutavo di acquistare un quotidiano, di consultare la rassegna stampa, di ascoltare notiziari radiofonici o televisivi. Chiudevo con il mondo intero e mi godevo il mio momento di relax. Quest'anno il ciarpame di politicastri che governa il Paese non consentiva distrazioni: stanno accadendo fatti gravi in questo Paese. Anche se molti, sembra, non se ne sono accorti o fanno finta di non vedere.

08/07/13

Le cose cambiano

Le cose cambiano. Cambiamole. E' lo slogan che campeggia nel blog di Giuseppe Civati, per tutti Pippo. Finalmente Pippo è responsabile di una buona notizia per chi, come me, racconta prevalentemente di politica: si candida alla segreteria del Partito Democratico. E' una notizia sicuramente positiva per coloro che confidano nel PD. Tuttavia anche per chi, come me, sostiene Sinistra Ecologia e Libertà, può solo essere accolta con piacere. In questo blog, peraltro, in passato avevo già espresso riflessioni positive sullo stesso. Quindi apprendere che Civati, in questo fine settimana, ha confermato la sua candidatura può solo che rallegrarmi e, da questo blog, gli faccio i migliori auguri mentre, per quello che mi è possibile fare, gli assicurerò il massimo sostegno.
Il PD ha ampiamente dimostrato, grazie alle scelte di una classe dirigente incomprensibilmente lontana dai suoi elettori e dal Paese, di aver bisogno di forze nuove e idee convincenti, soprattutto utili al Paese. Civati, del quale seguo il blog tempo libero permettendo, parla costantemente di ambiente, di sviluppo e di moralità, argomenti fondamentali per poter fare qualche cosa di positivo in questo Paese oramai a pezzi.

11/06/13

Ci fa o c'è?

E' un periodaccio e la frequenza con cui posto qualche riflessione ne è la riprova. Ogni tanto passo da qualcuno e lascio un commento anche se, solitamente, mi limito a leggere. Anche i fatti della nostra politica, tempo permettendo, li seguo e con la dovuta attenzione. Di fatti, per la verità, ne stanno accadendo parecchi e tutti preoccupanti. Il Paese sembra se ne stia accorgendo e, per ora, si rifiuta di andare a votare. Pare che, sempre per ora, la sfiducia nei politici ed il sentimento di protesta che alberga in molti, si limiti a questo. Il condizionale è d'obbligo.

28/05/13

Che botto!

In tanti commenti lasciati nei blog amici ed in alcune discussioni tenute in questo spazio, sostenni che le scelte fatte ed i comportamenti assunti dagli eletti in Parlamento del Movimento 5 Stelle, dopo le recenti elezioni nazionali di febbraio, scelte discutibili e, per quanto mi riguarda, criticate aspramente, le avrebbero pagate in termini di successi elettorali futuri.
Appunto! Hanno fatto il botto ma non è come il precedente, quello con il quale annunciarono l'avvio della conquista del Paese, grazie ad un "popolo elettore" pronto per essere sparato verso un futuro magico e radioso! E' un botto diverso ed annuncia che sono bastati 3 mesi per dimostrare quanto sono fasulli. Ed ora divampa la polemica, soprattutto interna! E' colpa di quelli, è colpa di quegli altri... bla bla bla.

20/05/13

Bel capolavoro!

Chi frequenta questo blog già da tempo sa quanto ho detestato, fin dal giorno del loro insediamento, il precedente Governo dei sobri tecnocrati e contestato, con forza, le loro pseudo-eque riforme. Uno tra i ministri più detestati fu, manco a ricordarlo, la ministra che piangeva mentre massacrava i lavoratori. Qualcuno fu turbato da quelle lacrime che io, invece, interpretai come sfogo di un'insostenibile intenso godimento! Ebbene si, si può piangere anche per un eccessivo godimento e non l'ho inventata io l'espressione "piangere di gioia"! Le recenti elezioni nazionali dovevano essere l'occasione che i lavoratori avevano, per riscattarsi dalle umiliazioni patite in quel breve ma funesto periodo di governo e restituire un po' di dignità alla loro vita di lavoratori e di esseri umani.

15/05/13

Mi arrendo!

Basta mi arrendo, sto sventolando bandiera bianca! Amici miei, se volete che torni a parlare di politica, basta che me lo dite! Tutto il tempo dedicato a diffondere una cultura - ma che dico cultura, sarei presuntuoso - un'infarinatura di giardinaggio, è stato vano. Mi avete massacrato! Va bene dichiarare che non si ha un "pollice verde". Ma quello serve per coltivarla una pianta, mica per riconoscerla! Scambiare alcuni fiori di Iris per Orchidee è come spacciare il cainano per uno statista, con tutto rispetto per l'Iris che provoca piacevoli sensazioni quando lo guardi mentre il cainano suscita ribrezzo solo a pronunciarne il nome!

08/05/13

Sarà guerra

Accendi il televisore e compare Letta o Fassina i quali, candidamente, affermano che il Governo di cui fanno parte vuole togliere l'Imu, anzi lo farà al più presto. Non si capisce come, con quali risorse intendano sostituirla e se, soprattutto, vogliono meglio regolamentarla con particolare riguardo alla "prima casa", come sarebbe giusto, oppure abolirla totalmente come vuole il Cainano, altrimenti stacca la spina che tiene in vita lo stesso Governo di cui fa parte. Soprattutto, si scordano di dire che è proprio la loro "maggioranza" ad averla introdotta un anno fa, firmando tutte le schifose riforme e le micidiali tasse imposte dal governo dei sobri tecnici. Allora, infastidito, cambi canale è compare il Cainano che seduto sulla solita poltrona, dedica parole piene di sentimento a quelli che prima definiva "comunisti coglioni" e che oggi sono alleati di governo, intento a far dimenticare chi è stato e quali responsabilità ha ancora oggi. E' travestito da grande statista e punta al Quirinale dove, a modo suo, vuole arrivare. Non nomina mai il governo dei sobri e neanche Monti, eppure li ha sostenuti ed ha votato ogni porca riforma degli stessi.

22/04/13

Mission: Impossible

Bersani è riuscito in un'impresa che va ben oltre ogni attenta e approfondita riflessione e, sicuramente, della mia capacità di prevedere i fatti politici italiani. Mesi fa in questo blog ed in giro per la blogsfera, lasciando commenti in tal senso, affermai che se c'era qualcuno in grado di far male alla sinistra, questi era la stessa sinistra. Tale convinzione si basava su esperienze maturate a seguito di fatti accaduti nel centrosinistra in passato di cui tutti, più o meno, sono a conoscenza. Tuttavia Bersani ha realizzato qualcosa di mostruosamente aberrante, superando e di parecchio ogni pessimistica previsione.

19/04/13

Siamo ultimi

Torno sull'argomento perché pochi giorni fa, in una delle mie sporadiche apparizioni su facebook, la tabella che di seguito ho pubblicato ha catturato la mia attenzione. Due colonne, due lunghi elenchi di Paesi europei e noi, l'Italia, agli ultimi posti. Per la precisione, ultimo posto in un elenco e penultimo posto nell'altro. Propongo quella tabella perché svela in maniera nuda e cruda la realtà che è all'origine di quanto avevo espresso nel mio precedente post, dove definivo un problema quei "...singoli individui con... il sempre più misero bagaglio di cultura di cui dispongono". Cultura intesa non solo come quantità di conoscenze e di pratiche acquisite nel corso della vita ma anche come capacità di elaborare e sedimentare l'insieme delle stesse, per conquistare quegli elementi essenziali a far evolvere la propria personalità in tutte le sue espressioni. Cultura intesa come arricchimento e ricchezza dell'individuo perché non è vero, come disse un ex ministro dell'economia, che "con la cultura non si mangia".

12/04/13

Barbari

Alla fine ho deciso di pubblicarlo comunque sto' post. Il fatto è che mentre scrivevo sono passato da Zac il quale, coincidenza, aveva postato una riflessione sostanzialmente uguale a quella che volevo proporre io. Poi mi sono detto che lui è letto da alcuni, io da altri, valeva la pena proseguire. Amici miei, alla fine ha ragione David quando afferma da Zac che " il problema è questo, è tutto qui". Hai voglia a dannarti l'anima per la politica ed i politicastri, destra sinistra cinquestelle o settepianeti che siano! Il problema, quello vero, è vicino a noi. Sono i singoli individui con i loro comportamenti, le loro scelte ed il sempre più misero bagaglio di cultura di cui dispongono.
Pochi giorni prima di pasqua mi sono recato a Genova per motivi di lavoro. Missione andata e ritorno di una giornata. Alcune fortuite coincidenze mi hanno consentito di rimanere in questa bella città un giorno in più e visitare, a distanza di anni dalla precedente occasione, l'acquario realizzato nel Porto antico di Genova. Onde evitare inutili polemiche specificherò che mi sono trattenuto senza ulteriori spese per l'ufficio: era un sabato, la notte del venerdì non ho dormito in albergo, il pranzo del sabato mi è stato offerto.

27/03/13

Siamo messi male

Chi si è preso la briga di seguire l'incontro "in diretta" tra Bersani ed i rappresentanti del M5S, sono sicuro avrà scoperto un mondo. Vi racconto il mio. Vi assicuro che mi sono imposto, nel parlare dei grillini, di essere pacato e non trascendere nel definirli. Anzi, non li definirò affatto perché, per quanto mi riguarda, lo fanno da soli ed in modo impeccabile. Per la prima volta abbiamo potuto assistere, in tempo reale, a questo rituale delle consultazioni e ciò va riconosciuto al Movimento, come una pregevole innovazione. Quello che aveva da dire Bersani, più o meno lo immaginavo. Invece ero curioso di sentire cosa avrebbero detto i capigruppo del M5S alla Camera ed al Senato e, anche in questo caso, benedetto il collegamento in streaming perché non mi hanno deluso. Il loro NO alla fiducia era scontato.

20/03/13

Pensieri veloci

Più passa il tempo e meno ce n'è per le cose piacevoli ma anche per informarsi e riflettere. La vita sta diventando una lotta quotidiana e bisogna ingegnarsi per non trascinare l'esistenza tra obblighi e solita routine: casa, lavoro, casa, lavoro, casa, lavoro e rotture di coglioni come diversivo. Magari spappolando il cervello davanti alla TV, alla fine di una giornata di merda. Come fanno in tanti, troppi. Allora le notizie provo a divorarle. Per riflettere mi sto attrezzando: per esempio, sfrutto i tempi morti. Il viaggio in scooter da casa in ufficio e viceversa, è uno di quei momenti. Non posso fare altro, le mani devono stare sul manubrio, l'attenzione alla strada. Non come una volta, però. Ci sono meno automobili in circolazione.

12/03/13

Cadaveri

Siediti lungo la riva del fiume e aspetta: prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico
(Confucio)
Passeranno, potete starne certi! Ovviamente, cadaveri in senso metaforico perché la maggior parte dei novelli talebani che oggi fa scorribande in rete nel nome dei 5 Stelle non si sognerebbe mai di salire, veramente, su una barricata. Neanche la maggioranza di coloro che hanno riempito le piazze per ascoltare il comico e che, nella migliore delle ipotesi, sono della serie "armiamoci e partite"! Se fossimo un Paese di "rivoluzionari" non saremmo al punto in cui siamo e con un livello di corruzione e disonestà che, al confronto, i politicanti della prima Repubblica sembrano giovani educande di un istituto religioso. Per giunta la "rivoluzione" come la intendo io è quella morale e democratica, fatta individualmente con le nostre coscienze e nella società. In un Paese di menefreghisti e qualunquisti, dove la classe lavoratrice è stata spogliata di ogni dignità senza muovere un dito, è pura utopia.

28/02/13

Sensazioni

Perplesso. Poi sconcertato. Poi turbato. Poi basito. Poi disgustato. Poi indignato. Infine furente. A partire dal pomeriggio del 24, man mano che procedeva lo spoglio delle schede elettorali e si capiva come avevano votato gli italiani, ho vissuto questi stati d'animo. Non credo sia l'unico. Lunedì sera nel corso di una cena tra amici, organizzata molti giorni prima proprio per discutere e valutare i risultati elettorali, sembrava di essere ad una veglia funebre. I dati che ancora venivano annunciati in televisione erano scioccanti. Non si è discusso, naturalmente. Sono ancora disgustato e indignato ma, quanto meno, tenendomi lontano da ogni forma di confronto o dibattito, per qualche giorno, ho stemperato la rabbia omicida che m'aveva assalito. Sono entrato in un solo blog, intenzionalmente: quello di Zac, recentemente ribattezzato dall'amico Robi "Zona Accoglienza Comunisti". Non è poco! Sono passato anche da Tina, spesso. Però, è ancora "silenziosa". Brutto segno per gli italioti! Ne ho visitato anche un altro di blog, grosso errore, ed il solito leghista di merda che lo frequenta, degno rappresentante di una buona fetta dell'elettorato del nord, si è beccato un diplomatico vaffanculo. Intortato, come si dice a Roma.

25/02/13

Post in progress

Ci siamo! E' iniziato quello che, secondo me, è l'appuntamento elettorale più importante dall'inizio della così detta "seconda Repubblica"! E' importante perché sono due gli obiettivi da raggiungere al termine di questa consultazione: iniziare con il porre la parola "fine" al berlusconismo e consentire al centrosinistra di iniziare a governare il Paese. Governare per risanare e ricostruire questo Paese, dalle fondamenta. Se l'elettore in questi ultimi mesi e dopo un ventennio di presenza della mummia sulla scena politica non l'avesse compreso, saranno guai seri. Lo capiremo nelle prossime ore grazie ai dati sull'affluenza alle urne e poi, nei prossimi giorni, con lo spoglio delle schede ed i primi risultati.

19/02/13

Pausa elettorale

Questa è, per me, una settimana di riflessione. Domenica, nel corso di un pranzo tra amici, ho partecipato all'ultima discussione politica che verteva, ovviamente, sulle scelte di voto nel prossimo fine settimana. Mi ha rincuorato scoprire che quei 7 voti non andranno sprecati. Quando parlo di "spreco", mi riferisco ai voti che non andranno al centrosinistra.

12/02/13

Buona fortuna

Quasi un anno fa, dopo l'indimenticabile giornata del 12 novembre 2011, se fossimo andati alle urne, il centrosinistra avrebbe vinto con percentuali bulgare ed avrebbe governato il Paese senza intoppo alcuno, per 5 anni. Fine del berlusconismo, fine del centrodestra più ignobile della storia e fine, soprattutto, dell'individuo che ha ispirato una cultura ed un sistema politico da basso impero. Inoltre, probabile fine anche della Lega nord. Troppo bello per essere vero. Infatti, un ex comunista seduto al Quirinale pensò bene di consegnare il Paese nelle mani di uno spietato e freddo gruppo di tecnocrati, costringendo quello stesso centrosinistra a far comunella (leggasi maggioranza) con quel centrodestra che aveva portato il Paese allo sfascio. Risultato, un Parlamento complice di manovre economiche da macelleria sociale e riforme spietate. Un Parlamento che, oltretutto, non ha modificato la legge elettorale.

05/02/13

Venghino signori venghino

Qualche settimana fa ero piuttosto speranzoso sulla sorte futura del nostro Paese. Mi bastava pensare che, presto, saremmo usciti dall'epoca più buia che la mia vita ricordi: il berlusconismo. Ero cosciente che non sarebbe finita con un colpo di bacchetta magica! Insomma, non è vincendo le elezioni nazionali che il centrosinistra avrebbe fatto scomparire, come d'incanto, il berlusconismo. Ci vorranno anni ed anni di duro lavoro per estirpare quel modello culturale dalla nostra società. Non senza pericolo di ricadute. Però avevo individuato, nel prossimo appuntamento elettorale, l'inizio di un "rinascimento" per il nostro Paese e tanto mi bastava. A circa due settimane da quell'appuntamento, non è più così.

17/01/13

M5S

Del Movimento 5 Stelle e di Grillo ho già scritto in passato. Lo feci con entusiasmo, ricordando le potenzialità, i meriti ed i pregi che personalmente riconoscevo al Movimento. Anche a Grillo, per taluni aspetti. Oggi non ho intenzione di ripetermi né di negare quanto da me sostenuto. Più realisticamente, da allora ho maturato alcune convinzioni che questa volta, diversamente da quanto feci alle ultime elezioni nel mio Comune, mi porteranno a non accordare al Movimento la mia fiducia di elettore. La stima verso coloro che rappresentano il Movimento, all'interno di alcuni comuni o regioni dove governano, rimane immutata. Semmai, è quello che "gira" intorno agli stessi che mi provoca seri dubbi. Tali da dissuadermi, appunto, dal votare M5S. Almeno fin quando perdureranno i motivi che mi inducono a dubitare.

14/01/13

Scommessa persa!

Dunque, ho perso la scommessa. In compagnia di Aldo sicuramente. Anche Frufru era d'accordo con me o, quanto meno, pronosticava che avrebbe minacciato di andarsene, come fatto in altre trasmissioni. Non solo non se n'è andato ma neanche ha minacciato di farlo. Credo che anche il nostro magnifico e acuto vignettista Cipralex1 fosse della mia idea, quindi lo registro tra coloro che hanno perso. Però, sempre a proposito di Cipralex, aveva avanzato un'ipotesi che, a trasmissione avvenuta, bisogna riconoscere fosse particolarmente "azzeccata"! Cipralex1 nel suo commento affermò che "...se resiste fino alla fine è perchè il copione è stato sottoscritto da entrambe le parti....". Mai previsione fu più indovinata!

10/01/13

Scommettiamo?

Ho promesso, tempo fa, che in questo blog non avrei più parlato della Mummia e, infatti, è da quasi un anno che non dedico spazio allo stesso! Scorrere i post per verificare, please! Sono ancora convinto che il modo più semplice per "sotterrarlo", è ignorarlo! Erano mesi, inoltre, che non seguivo i dibattiti politici in televisione. Avevo bisogno di disintossicarmi perché ascoltare questi signori della nostra politica, mi provocava una nausea insopportabile. Mi tenevo aggiornato attraverso la carta stampata. Questa settimana ho interrotto la "cura". Ballarò è stato il programma del mio ritorno alla politica, seguita attraverso la TV. Ho resistito mezz'ora poi hanno vinto la Tinagli e la Lorenzin.

07/01/13

La festa è finita!

Feste terminate! Spero anche lo stordimento collettivo. Immagino si sia capito, dopo il mio precedente post. Non sopporto il periodo che va da natale a capodanno e per molti motivi. Nello stesso ne ho riassunti alcuni. Non sopporto manifestazioni e aspetti della festa pagana e neanche di quella cristiana. Da sempre. Oggi più che in passato. Vorrei anticipare il prevedibile risentimento da parte dei credenti: non discuto l'aspetto intimo e personale con cui vivete il natale. E' altro che non sopporto! Comunque, anche quest'anno è passata e, quindi, possiamo tornare a pensare alle cose serie.