24/06/11

Di amicizia e cultura

Mi piace divulgare questa iniziativa anche per motivi personali. Infatti, tra coloro che animeranno la manifestazione raccontata in questo post, ci sarà anche una cara amica da tempo con enormi problemi di lavoro e che, alla suonata età di 46 anni, ha dovuto "reinventarsi" una professione. Ce l'aveva, per la verità, una professionalità ed anche elevata, al punto da consentirle di ottenere compensi economici altrettanto elevati. Poi la crisi economica, quella che un Governo di indegni e furfanti dapprima ha sottovalutato, schernendo coloro che lanciavano allarmi e, poi, ha affrontato nel peggiore dei modi e quando era già troppo tardi l'ha fatta precipitare, come tanti liberi professionisti, nell'angoscia di una condizione finanziaria disastrosa che ha reso precario tutto ciò che era stato realizzato in una vita di lavoro.

Realizzato, in parte, anche insieme a me che, conseguentemente, sono stato trascinato in una realtà di insicurezza e incertezza quotidiana. Aveva una passione che coltivava nel tempo libero e, oggi, sta tentando di trasformare la stessa in una professione. Le sto dando una mano ed è anche per questo che devo trascurare il mio blog ed i miei amici virtuali. Ho dato una "spolverata" a mie passate esperienze di grafica pubblicitaria, rinfrescando quella vena creativa mai persa anche se, oggi, faccio un lavoro che di fantasioso e creativo ha veramente poco e, infine, ho aggiornato quelle poche conoscenze di gestione di siti web che possedevo in passato. Nel poco tempo libero, oggi, l'aiuto a progettare la sua "immagine" ed a pianificare, con lei, i sistemi per promuovere la stessa! Naturalmente, è qualcosa che faccio nel tempo libero e, soprattutto, gratuitamente! Coloro che degli "statali" hanno sempre da sottolineare la natura "malvagia" possono dormire sonni tranquilli, almeno su di me!

Comunque, a parte i motivi personali, è un'iniziativa che ho trovato molto interessante e, soprattutto, uno spiraglio di benefica luce nel buio panorama che ci circonda, sulla grettezza mentale diffusa e dominante nella nostra società e  sulla vacuità e ottusità culturale che domina l'oggi. La manifestazione si chiama Folk Nostrum e nasce da un progetto di esplorazione e divulgazione delle culture popolari del Mediterraneo. Il progetto prende vita dalle esperienze del musicologo e musicista Nando Citarella e del suo gruppo internazionale di lavoro.

La prima tappa del progetto è in programma dall’8 all’11 ottobre 2011 a bordo della nave da crociera "Cruise Roma" della Grimaldi Lines. Nei quattro giorni di viaggio, da Civitavecchia a Barcellona e ritorno, si terranno intensivi corsi di canto, danza e strumenti musicali, con riferimento alle radici della cultura italiana e spagnola. Gli organizzatori hanno pensato anche ai bambini: per gli stessi, al seguito di chi partecipa alla crociera di studio, sono previsti corsi propedeutici gratuiti. Per gli "accompagnatori", invece, verranno proposti corsi come quello svolto dalla mia amica oppure di lingua spagnola per principianti.

Nella giornata di sosta a Barcellona, infine, sono previste delle visite guidate alla stupenda città spagnola ed incontri con esponenti di spicco della cultura musicale andalusa. Insomma, quattro bei giorni di cultura accompagnati, naturalmente, da degustazioni mirate, con i sapori e gli aromi più tipici dei due Paesi.

13/06/11

FORZA ITALIA!

referendum 2011,privatizzazione acqua,referendum nucleare,legittimo impedimento,quorum,risultati referendum,vittoria si,elettorato,elettori

(immagine INSERTO SATIRICO)

A questo punto basta rammentare il nutrito "frasario" usato, nel tempo, dai vari esponenti del Governo di centrodestra compresi quelli che sono Ministri della Repubblica, nei confronti di tutti coloro che hanno fatto "opposizione".

Oggi, se si leggono i dati sull'affluenza alla consultazione referendaria di fine settimana ma anche i risultati della recente consultazione elettorale, è naturale esprimere alcune considerazioni e riflessioni su questo nostro bislacco Paese e su chi lo governa, utilizzando proprio il menzionato frasario delle stupidità:

1) nel Paese aumentano i comunisti: avvertite i bambini, il loro cibo preferito!!
2) sempre meno gente, in Italia, cura "l'igiene personale"! In pratica, puzza!
3) la "stupidità" dilaga incontrollata da Nord a Sud!
4) sempre più gente, nel Paese, è dedita ad attività "inutili" come il diritto-dovere a votare!
5) in Italia aumentano i faziosi e la claque comunista nonché i pessimisti, i disfattisti ma, soprattutto, quelli che odiano!
7) il "popolo dell'ammore" è una specie in via d'estinzione: allarme del WWF!!
8) tutti i "media", insieme a gran parte delle Istituzioni, sono nelle mani dei comunisti!!

Mi sono dimenticato qualcosa?

Inoltre, a parte le riflessioni personali, credo che anche i "signori della politica" del centrodestra dovrebbero fare un'attenta riflessione. Una sola e riguarda la loro capacità di governare e amministrare questo Paese. A mio modo di vedere, la stessa è inesistente per loro incapacità conclamata ma semmai qualcuno tra "loro" avesse ancora da accampare velleità di governo, mediti sul fatto che su ben 4 argomenti sui quali volevano "governare" per il così detto "bene del Paese", la maggioranza degli italiani ha espresso una sonora BOCCIATURA!! Parte degli italiani che, a guardar bene, appartengono anche a quel "loro" tanto acclamato e osannato "popolo" che li avrebbe legittimati a governare il NOSTRO Paese!

Per "par condicio" rivolgerei un invito anche alla cosìdetta "sinistra" di governo: guardate bene cosa succede quando gli elettori cominciano ad averne le palle piene dei politicanti. Voi, ci siete vicini a questo risultato perché, a ben ricordare, "privatizzazioni" dei servizi pubblici e "nucleare" in Italia sono anche figlie vostre!

Infine, mi unisco con rinnovata speranza all'esortazione di Peter Gomez: Forza Italia!!!!!

05/06/11

4 DECISI SI

Il 12 giugno potremo decidere di andare al mare, di partire per le vacanze oppure di non recarci al seggio a votare, come vorrebbero "loro"! Possiamo farlo! Chi ce lo impedirebbe? Noi stessi, credo, se abbiamo ancora una dignità da difendere! Dignità, quel sentimento che ci consente di considerare importante il nostro valore morale, la nostra onorabilità e ritenere necessario tutelare entrambe, salvaguardandole e difendendole. Princìpi a cui molti, credo, hanno rinunciato in cambio di un... tozzo di pane!

Io andrò a votare, e come! Andrò per votare SI contro le centrali nucleari nel nostro Paese. Lo farò, per rispondere alla presunzione di quel giovane rappresentante dei "Giovani del PDL" che nella puntata di Annozero del 2 giugno, pur di difendere il suo "capo" e legittimare ad ogni costo le scelte del Governo di centrodestra, ha avuto il vergognoso ardire di citare la sciagura del Vajont, per affermare che nel nostro Paese la più grande catastrofe è stata causata da una "centrale convenzionale" idroelettrica e che, quindi, gli allarmismi degli antinuclearisti sono fuori luogo!

Giovane presuntuoso e fazioso, perché non voglio pensare che sia oltremodo ignorante da non essersi documentato, prima di pronunciare tale mostruosità, sulle "vere" cause della sciagura del Vajont. Un disastro provocato dall'uomo, dagli interessi economici che c'erano dietro la costruzione di quella diga e dalle vergognose complicità delle Amministrazioni locali che nulla fecero per impedire che quella diga fosse costruita nel posto più sbagliato in cui potesse essere realizzata una centrale idroelettrica. Sono convinto che, fortunatamente, non tutti i giovani sono come quel ridicolo "rappresentante".

Andrò per votare SI contro il "legittimo impedimento" e l'arroganza di una classe politica che è ben rappresentata in un Governo che vorrebbe farci vivere in un Paese dove non tutti i cittadini sono uguali dinanzi alla legge ma, come sempre più accade, in una Nazione dove convivono cittadini di serie "A" e sudditi di serie "B".

Voterò, infine, con due netti SI contro la privatizzazione dell'acqua... e chi non lo fa, non potrà lamentarsi se poi, un giorno, dovrà pagare anche l'aria che respira. 4 SI, netti e senza alcun dubbio perché dobbiamo decidere se essere sudditi oppure "individui" pensanti che hanno un orgoglio da difendere, stima per se stessi ed un futuro cui aspirare!