12/01/14

Pensieri seri e semiseri

Dopo essermi aggiornato sugli eventi accaduti in questo nostro meraviglioso Paese, dopo ben due settimane di disinteresse assoluto verso gli stessi, passo ad una comunicazione di servizio riservata agli amici che hanno il blog sulla piattaforma Blogger, come me. Ragaaassiiiii. Perché per raggiungere il vostro blog mi fate passare dalla pagina del vostro "profilo utente", dove devo linkare sul nome del vostro blog, prima di approdare allo stesso? Non pensate sia un tantinello dispersivo? Il tempo è poco e la connessione lenta, bisogna ottimizzare e tagliare i tempi morti tra una visita e l'altra. Provate a linkare sul mio nome, quando lascio un commento ai vostri post. Arrivate dritti spediti nel mio blog. Invece a me, tranne qualcuno, mi fate fare il perverso giro che ho appena descritto! Eppure, ho lasciato la piattaforma Myblog proprio perché era diventata eccessivamente ferraginosa e problematica per voi tutti. Qua ho impostato i commenti in modo che non ci siano impedimenti o obblighi di sorta. Fatemi felice: selezionate l'opzione migliore che è Nome/URL. Inserite il vostro nome, indicate l'indirizzo del vostro blog ed io, da domani, navigherò più spedito! E felice!



Dicono che la fortuna sia cieca. Va bene. Ma la sfiga ci vede benissimo però! Indovinate in quale stagione si guasta la caldaia a gas? E indovinate quanto mi costa l'intervento per ripararla. Un aiuto: da 100 a 600 euro, vince chi si avvicina di più alla cifra comunicata dal tecnico. Cosa vince? La prova provata che, indovinando, è più fortunato di me.
Apro una breve parentesi sui così detti "Forconi" che lo scorso mese e per un paio di settimane sono tornati alla ribalta della scena mediatica, suscitando parecchio clamore. Lo faccio nonostante il compagno Zac, dopo uno scambio di opinioni tra noi, m'abbia assicurato che, gli stessi, sostanzialmente sono un fuoco di paglia di cui non bisogna preoccuparsi. Lo faccio perché qualcuno, nel precedente post, ha chiesto se esistevano ancora; altri, invece, si aspettano una mia riflessione. Fondamentalmente, però, ho dato uno sguardo in giro per blog ed ho notato che, a volte, se ne parla con entusiasmo. Quindi, nonostante Zac, rimango ancora sensibilmente preoccupato.
Nacquero in Sicilia un paio di anni fa, durante il Governo Monti. In molti, all'epoca, affermarono che era da lì, dalla Sicilia, che sarebbe partita la "rivoluzione" nel nostro Paese. Ma chi erano i Forconi? Il movimento, all'epoca, in realtà si chiamava "Forza d'Urto" ed era composto dall'Associazione delle imprese degli autotrasportatori siciliani (Aias) e dagli agricoltori siciliani che aderivano al Movimento dei Forconi. In sostanza erano i padroni del trasporto su gomma e quelli della grande distribuzione agricola e casearia, siciliani. Inoltre c'erano personaggi di Forza Nuova e Casapound che si intravedevano nelle manifestazioni. Ancor più interessante è la "politica" che sosteneva Forza d'Urto: noti personaggi del PdL, del Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo (movimento che nel corso della sua storia politica ha fatto alleanze elettorali prima con la Lega Nord, poi con Forza Italia e, infine, anche con il PdL), alcuni colonnelli de' La Destra di Storace e personaggi riconducibili al Grande Sud di Miccichè.
Chi erano, invece, i Forconi dello scorso dicembre? Gli stessi. Anche la politica che sosteneva il Movimento era la stessa ma, stavolta, si è accodato anche il comico dei pentastellati e quell'altro comico, il pregiudicato. Inoltre la componente fascista costituita da Forza Nuova e Casapound ha rappresentato la matrice politica della protesta, con il consenso più o meno dichiarato dei leader dei Forconi. Infine c'era un variegato campionario di associazioni e movimenti che, da nord a sud, protestavano per qualcosa; certe "tifoserie" da curve calcistiche che, per l'occasione, hanno concordato una tregua per unirsi e fare "ammuina" con i Forconi; una sparuta minoranza di disoccupati, pensionati e casalinghe disperate.
La bandiera del movimento è  stata "cacciare la vecchia politica". Cosa fare, però, dopo che lo Stato si è "arreso"? I Forconi hanno proposto un non meglio quantificato "periodo transitorio", nel corso del quale il Paese sarebbe stato guidato da non meglio specificate "forze dell'ordine", trascorso il quale ci sarebbero state nuove elezioni, non si sa bene votando chi o cosa. Tradotto: instaurare una dittatura militare e dopo, chissà!
Altra bandiera del Movimento è la rivolta contro la pressione fiscale. Ma come? Rifiutando di contribuire allo sviluppo dello stato sociale ed al sostegno dei ceti più bisognosi. Tradotto: il malcontento generale verso una classe politica incapace e spesso ladra, per i Forconi diventa rivolta verso tutto ciò che è pubblico, privilegiando l'interesse privato. E se la classe politica viene vista come quella che sperpera o ruba il "loro denaro", più o meno allo stesso modo vengono visti i pubblici dipendenti e la maggior parte dei pensionati. Si salvano tra questi ultimi, forse, quelli con la pensione sociale.
Altro interessante capitolo sono gli immigrati, nella loro visione futura del Paese. Sfruttati per decenni da piccoli imprenditori, artigiani, commercianti ed agricoltori (i Forconi), oggi sono diventati nemici da cacciare, rei di sottrarre lavoro e ricchezza agli italiani.
Sui Forconi, per chi volesse approfondire, tratterò con maggiori dettagli nel prossimo numero di Operaincerta che uscirà il 14 gennaio. Tuttavia, sento di poter concludere con un pensiero di Woody Allen, tratto dal suo libro "Effetti collaterali", del 1980: "L'umanità si trova oggi a un bivio. Una via conduce alla disperazione, l'altra all'estinzione totale. Speriamo di avere la saggezza di scegliere bene."

18 commenti:

  1. Caro Carlo,
    innanziatutto, te ne ha chiesti 350 per la caldaia, fammi sapere se c'ho beccato.

    I forconi e le loro pagliacciate:

    Come sai, e come hai bene descritto, sono "sorretti" da casapound, grande sud, pezzi del pdl riconducibili alle idee dei ciarrapico e gentaglia simile, una parte della lega, anche qui riconducibile ai dettami della linea borghezio, la destra di storace, infine da qualche sparuto gruppo di grillini (anche perche', in quest'ultimo caso, solo l'idea di concedere la piazza a un altro movimento fa' tremare le cadreghe di casaleggio e grillo).

    proviamo a quantificare il bacino reale di questa pacchiana protesta:
    casapond 0,5%
    lega 1%
    residuati grillini 1%
    pidiellini pro ciarrapico 2%
    la destra 2%
    grande sud 0,5%

    E mi son tenuto larghissimo.

    Sommiamo queste percentuali, se ne ricava un ipotetico consenso pari al 7%.

    Che gia' cosi' fa' ridere.

    Poi v'e' la questione reale, quella che, numeri alla mano, hanno dimostrato di possedere questi "scalfuderi".

    1200 sono le persone che hanno preso parte ai "blocchi" fuori dai caselli autostradali, pari allo 0,002% della popolazione nazionale.

    In piazza del popolo a roma, al momento unica loro manifestazione acclamata a furor di popolo : 2000 persone.

    Per assurdo, sono molte di piu' le persone che si recano a Predappio per commemorare le due date (nascita e morte) di mussolini.

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Zac, per quanto riguarda la questione caldaia: acqua!

      Invece, sui Forconi ne abbiamo discusso da te e credo che ci troviamo sostanzialmente d'accordo. Però io dico che non bisogna abbassare la guardia perché questo è un Paese "anomalo"! Danno credito al comico dei pentastellati, hanno dato credito per un ventennio al pregiudicato eccellente... non temi che gli italioti possano aumentare? Io si. Inoltre, aver constatato che in giro ci sono potenziali simpatizzanti (ignari) mi ha convinto che approfondire, forse, è meglio.

      Elimina
  2. Io mi butto...
    200 euro!
    Per il resto dei forconi nulla più viene da dire, nell'attesa del prossimo messia disceso da una jaguar a mostrare la retta via al popolino...
    sempre più triste e uguale la storia di questo paese
    un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ernest, se per Zac il suo presunto costo della riparazione era "acqua", tu sei proprio in alto mare!

      Sui Forconi e su come si comporta l'opinione pubblica in questo Paese, l'hai detta giusta: sempre in attesa di un messia e, nel frattempo, scimmiottiamo le "rivoluzioni". Voleva farla il pregiudicato, prima di lui quelli di roma ladrona, oggi c'è il comico e domani, chissà!

      Elimina
  3. sulla spesa per la caldaia, copio e incollo il costo del recente intervento del tecnico a casa mia per la riparazione e manutenzione: Euro 380!

    Io penso che i forconi hanno la stessa credibilità del governo e sai come la penso in questo particolare momento.

    Domani mi aggiorno su Operaincerta. Ciao Carlè, buona serata. robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Robi, sicuramente meglio di Zac ma, comunque, acqua! Comincio a pensare che vivete in città molto meno care della mia!

      Sui Forconi, ti sembrerà assurdo, hanno dimostrato molta meno credibilità perfino del governo Letta. Sospendere la loro "rivoluzione" per natale, è stato esilarante. In realtà, continuando con le serrate, avrebbero perso anche quel poco di "affarucci" da realizzare nel periodo delle festività!

      L'unico Paese dove una rivoluzione viene sospesa per... festività!!

      Elimina
  4. Volevo mettere un mio commento ieri ma ho voluto rileggere e riflettere su quanto hai scritto in questo post. Ho letto anche commenti degli altri blogger e le tue risposte. E allora mi son detto: se non mi sono rimbambito del tutto a me sembra che la stuazione di questo nostro paese non è affatto buona, a dir poco.
    La cosa che mi fa più rabbrividire sono i rigurgiti della destra.
    Un salutone,
    aldo.

    ps. io non credo di aver messo in opera il "profilo utente", o sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Aldo, non sei affatto "rimbambito" e, per quanto mi riguarda, condivido le tue sensazioni sulla situazione del Paese. Paese nel quale, nonostante si sia vissuto il tragico ventennio del fascismo, si continua a guardare con nostalgia a quel tempo e ad auspicarne un ritorno.

      Sulla questione "profilo utente".... appunto, ce l'hai infilato!!!! Fa nulla dai!!

      Elimina
  5. i forconi partono da presupposti giusti essendo loro composti da persone disperate e inascoltate perchè non si limitano a fare richieste ma a chiedere che il governo vada a casa... sembrano dei grillini più incazzati..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Enio! Chiediamo tutti che "il governo" vada a casa e non solo quello ma anche la maggior parte della vecchia politica. Però, mica ci sogniamo di proporre un periodo transitorio di.... dittatura!! Anche sulla disperazione di una certa componente dei Forconi, avrei di che obiettare. Fino a ieri si facevano i beati cazzi loro e se nelle loro fabbrichette, nelle loro azienducce, nei loro negoziucci qualcuno si azzardava a scioperare o a reclamare diritti, erano guai. Se gli operai scioperavano, storcevano la bocca.

      Ma se non è il lavoratore dipendente a star bene, anche economicamente, chi è che entra nei loro negoziucci, nelle loro fabbrichette, nelle loro azienducce ad acquistare quello che producono?

      Elimina
  6. Io spero di avere l'accesso diretto ( sai che non lo so?!) perché anche io, come te, sbuffo parecchio quando devo aggirare mille ostacoli.
    Quanto ai forconi, già la definizione mi dà i brividi.
    P.S.: com'è finita con la caldaia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venerdì ho l'appuntamento con il tecnico che verrà a montare il pezzo che si è guastato... e darò il saldo di quel costo totale che, almeno fino ad ora, nessuno ha indovinato!

      Ciao Sandra.

      Elimina
  7. Carlo, mica ho capito bene cosa devo fare con il blog per agevolarti l'accesso, sarà la sinusite che m'ottunde!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito! Comincio ad individuare coloro che si intendono di tecnologie e internet come io di astrofisica! ;-)

      Elimina
  8. Anch'io spero di avere l'accesso diretto, anche perché in caso contrario, impedita tecnologica come sono, non saprei dove mettermi le mani, e non ci sono istruzioni che tengano...

    Per quanto riguarda i forconi, mi sembra definitivo il commento di Natalino Balasso, che faccio mio:
    “Abbiamo rubato gli asciugamani negli alberghi, abbiamo rubato i posacenere nei ristoranti, abbiamo rubato le fioriere nella piazza del Comune. Abbiamo preso i soldi in nero, abbiamo pagato in nero, abbiamo affittato abusivamente appartamenti ad acclarati delinquenti, abbiamo intestato l’auto alla nonna, abbiamo truffato l’assicurazione con finti incidenti, abbiamo chiesto raccomandazioni, abbiamo evaso, truffato, mentito e corrotto.
    Ora è tempo di dire basta a tutto questo marcio: scendiamo in piazza contro i politici.”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri. Io l'ho sempre affermato che abbiamo i governi che ci meritiamo. Se ancora oggi c'è chi voterebbe il pregiudicato nazionale o si tratta di stupidità oppure di disonestà.

      Elimina
  9. (Oh, io ci ho provato, non ci riesco. Carlo, vieni a farmelo tu! :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Messa così.... è strana forte!!!

      Elimina